Roma deserta

San Pietro on Flickr.

1990… il pomeriggio della semifinale Italia – Argentina… mai Roma è stata così deserta. Una esperienza unica… fotografare Roma senza i romani e le frotte di turisti onnipresenti. Mi ricordo che per spostarmi da un posto all’altro usavo pullman vuoti o semivuoti, velocissimi, guidati da autisti che non vedevano l’ora di arrivare al capolinea per poter vedere almeno uno spezzone di partita. Negozi chiusi, strade deserte… perfino i clochard erano spariti da sotto i ponti e dalle rive del Tevere. Penso che se non avessi avuto la fregola di fotografare questi momenti unici, sarei stato sicuramente preda della sindrome da ultimo uomo… Quando sono tornato in albergo e ho visto la faccia del portiere mi sono reso immediatamente conto che non mi ero perso niente e ci aveva guadagnato il mondo della fotografia documentaristica.

Iperbole

Iperbole on Flickr.

E tutto ebbe origine dalla luce trasportata nell’iperbole del tempo e dello spazio in un flusso concentrico che ci avvolge disorientando la nostra presuntuosa ed effimera razionalità!
L’iperbole ha origine nella luce rassicurante delle false certezze e si dirama nell’oscurità angosciante dell’incertezza ….

Salir le scale

Salir le scale… on Flickr.

Aver fretta di arrivare e non aspettare il lento trascinarsi dei gradini delle scale mobili. Non avere, non concedersi il tempo di guardarsi intorno. Quella fretta maledetta che ti impone di arrivare in cima il prima possibile… e non godere della poesia che i riflessi del tuo portamento disegnano lungo il bordo della scala. Se potessimo ritrovarci nei nostri riflessi, se riuscissimo a trovare il tempo di osservarci, potremmo vivere quelle dimensioni che ci scorrono accanto, e muoiono nel ripostiglio dell’indifferenza…

L’attesa – Metropolitana romana

L’attesa on Flickr.

L’attesa ordinaria, quella abitudinaria; quella compresa nel prezzo da pagare per sopravvivere; quella che ti permette di fare altro nel frattempo; quella che ti obbliga a fare altro… se non vuoi che si trasformi in noia,… paranoia; quella che è talmente normale che diventa sempre la possibile scena inziale di un film del genere catastrofico: è nella banalità che trova rifugio naturale l’eccezionalità!

Il violoncello

Pittomusica… on Flickr.

Una città antica: Roma
Una giornata importante: un matrimonio.
Due sposi stupendi: Ernesto e Paola.
Una chiesa famosa: La chiesa del Quirinale.
Una rappresentanza di invitati strardinaria: Tutta l’Italia.
Una location da sogno: Villa Grazioli a Grottaferrata.
Una musica particolare: Un trio favoloso che ha suonato quasi in simbiosi con lo sfondo seicentesco rappresentato nei quadri appesi alle pareti.
E il fotografo, in fondo, ha soltanto inserito nel quadro ciò che il pittore… Forse…. Aveva involontariamente dimenticato!